http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.02_bossigk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_festival_serassi_2018gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.cofanetto_serassigk-is-88.jpglink
«
»

VI. Giovanni Giudici e il nipote Egidio Sgritta: valenti costruttori d'organi (1836-1903)

di
Giosuè Berbenni

 

 

 

 

 

Il libro tratta dei bergamaschi Giovanni Giudici (1812-1855), valente allievo dei Serassi, abilissimo nella meccanica degli organi e del nipote Egidio Sgritta (1822-1905), che, dopo la prematura morte dello zio, continuò la ditta. I fratelli Giudici Luigi (1849-1912) ed Alessandro (1841-1893) di Giovanni si trasferirono in Italia centrale e in Sicilia dove diffusero il modello serassiano. Quest’ultimo diede origine col figlio Giovanni II (1869-1960)e al cognato Alfio Laudani (1868-1944) alla ditta Giudici & Laudani.

This book is about Giovanni Giudici (1812-1855), pupil of the Serassi, very skilled in the mechanical part of organs, and his nephew Egidio Sgritta (1822-1905), who after the death of his uncle, continued the firm. Their origins were from Bergamo. The brothers Giudici Luigi (1849-1912) and Alessandro (1841-1893) son of Giovanni, moved to Central Italy and Sicily where they spread out the Serassi model of organ. The latter one, with his son Giovanni II (1869-1960) and the son in law Alfio Laudani (1868-1944), started the firm Giudici & Laudani.

Collana d’arte organaria – VI, 2012, cm.
16.5x23.5, pp. 1-128.
ISBN 978-88-907272-1-4.
Euro 25,00.

 

 

Ultime pubblicazioni

LXIII. Francesco Tessicini e l'organo della Madonna dei Monti in Roma, ora nella Pieve di San Giorgio a Domegge di Cadore
LXI. Due sorprendenti racconti di arte organaria a Firenze
LIX. L'organo Luigi Amati (1806) di San Michele Arcangelo, Belgioioso (Pavia)
LVIII. Adeodato Bossi-Urbani maestro organaro in San Pedretto

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.