http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.01gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.02gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/serassi banner 2017gk-is-88.jpglink
«
»

Giovanni Maria Pelazza da Carmagnola, organista e compositore a Romano Canavese e nel mondo

A cura di Anna Fietta e Guido Corrias

Leggi tutto...
 

L. Renato Lunelli pioniere dell' organaria italiana

Articoli di Luigi Ferdinando Tagliaivini,

Antonio Carlini, Giovanni Delama,

Nicola Refatti, Mirko Saltori

Leggi tutto...
 

LII. Guida agli organi della diocesi di Vittorio Veneto

A cura di Sandro Carnelos

Leggi tutto...
 

Suoni lombardi intorno al Piave

A cura di Matteo Malagoli

Leggi tutto...
 

Johann Simon Mayr (1763-1845) L’ORGANO dall’organo ellenistico a quello medievale

A cura di Giosué Berbenni

Leggi tutto...
 

Pagina 1 di 14

<< Inizio < Prec 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ > Fine >>

Prossimi Concerti

 

  •  SABATO 7 OTTOBRE, ORE 21.00  chiesa parrocchiale SS. Faustino e Giovita, Sorbolo(PR), concerto con musiche di Verdi
  • DOMENICA 8 OTTOBRE, ORE 21.00 chiesa di Santa Maria Nascente, Brescello (RE), concerto con musiche di Haydin, Mozart, Verdi
  • VENERDì 13 OTTOBRE, ORE 21.00 chiesa di S. Celestino I papa, Campitello (MN), concerto del coro Vittorio Barbieri di Guastalla
  • DOMENICA 15 OTTOBRE, ORE 21.00 chiesa parrocchiale di S. Rocco di Guastalla (RE), concerto con musiche di Bach, Haendel, Scarlatti
  • DOMENICA 22 OTTOBRE, ORE 16.30 Duomo di Guastalla (RE), visita guidata all'organo Giuseppe Serassi (1790)

L'associazione Giuseppe Serassi

L’Associazione culturale Giuseppe Serassi è nata nel 2002 con lo scopo di valorizzare gli antichi organi a canne e la musica antica in genere. E’ nata così la rassegna musicale “Musica intorno al fiume”. Oltre alla rassegna l’Associazione Serassi vanta una ricca produzione culturale di pubblicazioni (articoli, saggi, libri, riviste specialistiche) sugli organi storici o di carattere musicologico nonché incisioni discografiche di organi restaurati.
Inoltre negli anni ha fatto conoscere il patrimonio organario locale attraverso visite guidate agli strumenti antichi, lezioni – concerto, relazioni ai convegni e mostre fotografiche.