http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.01gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.02gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/serassi banner1trisgk-is-88.jpglink
«
»

Wilhelm Hertelmann 1573 di S. Martino a Castrezzone. Un organo tedesco nel rinascimento bresciano

 

 A cura di Michele Metelli

Maurizio Isabella

Claudio Bonizzi

 

150 pagine

formato 17x24 a colori

isbn 9788898958672

 

Nel 1573 l’organaro di origine germanica Guglielmo del Duca (alias Wilhelm Hertelmann) erige due organi di gusto nordico per la chiesa del convento di S. Marta a Brescia. Nel 1581 l’artista, probabilmente nativo di Heidelberg, perde la vita durante un intervento ai due manufatti, poi concluso dal figlio Andreas.

Nei due secoli successivi diversi organari, fra cui Graziadio III Antegnati, compiono modifiche e riparazioni allo strumento di minore dimensione.

Dopo la soppressione del monastero e la vendita all’incanto di beni ed arredi avvenuta in epoca napoleonica, nel 1805 l’organo “piccolo” viene trasferito da Zaccaria Respini nella chiesa di S. Martino a Castrezzone di Muscoline (BS), dove, pur con alcune alterazioni, si è conservato fino ai giorni nostri.

Fra il 2013 ed il 2015 l’organo Hertelmann è stato sottoposto a restauro da parte della ditta Inzoli Cav. Pacifico di Ombriano di Crema (CR), sotto la direzione del Servizio Tutela Organi del Segretariato Regionale della Lombardia del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

 

 

 

Sentiranno laggiù come si suona l’organo. Il fondo epistolare di Marco Enrico Bossi e la collezione di autografi bossiani del Conservatorio di Milano

a cura di Raffaele Deluca

 

con una cronologia dell’attività concertistica di Marco Enrico Bossi di Andrea Macinanti

prefazione di Paola Bossi

9788898958832

206 pagine, formato 17x24, copertina cartonata

 

Il volume raccoglie ottantanove lettere ricevute da Marco Enrico Bossi durante la sua carriera, fondo epistolare proveniente da un album custodito dalla sua famiglia e sinora inedito.
Giovanni Paascoli, Giacomo Puccini, Giuseppe Verdi, Gabriele d'Annunzio, César Franck, sono solo alcun fra le firme della corrispondenza che attestano a Bossi i sensi di alta stima e cordialità.

Il volume si completa con un primo regesto dell'attività concertistica di Bossi redatto da Andrea Macinanti che ha recentemente completato la registrazione dell'opera omnia organistica del Maestro. Sono presentati cronologicamente le date di concerti, i luoghi, gli strumenti utilizzati, e soprattutto i programmi eseguiti da Bossi che ne rivelano l'instancabile attività di studio e le recensioni ottenute. Un ritratto del mondo musicale del tempo e della straordinaria notorietà di cui Bossi era circondato.

 

Nuova pubblicazione dedicata all'organo Antegnati di Santa Barbara a Mantova

 

 

Un unicum del Rinascimento alla Corte dei Gonzaga. Restauro dell’organo enarmonico Graziadio Antegnati 1565 della basilica palatina di Santa Barbara in Mantova a cura di Maurizio Isabella e Giorgio Carli. Guastalla, Associazione culturale Giuseppe Serassi, (Antichi organi mantovani, 6).

Nella chiesa Palatina di Santa Barbara a Mantova si conserva un organo commissionato nel 1565 dal Duca Guglielmo Gonzaga  alla prestigiosa bottega bresciana degli Antegnati cui faceva capo Graziadio. Nel progetto dello strumento intervenne in maniera significativa uno degli organisti più in vista dell’epoca: Girolamo Cavazzoni da Urbino.

Leggi tutto...
 

Riconoscimento al Prof. Giosuè Berbenni

Il Professore Giosuè BerbennI

L'Associazione Serassi si congratula con il prof. Giosuè Berbenni per il riconoscimento che la Giunta Comunale di Bergamo ha deciso di conferirgli.

Nella seduta del 21 novembre 2016, come anticipato, la Giunta Comunale di Bergamo assegnerà un Segno di Riconoscenza Civica per l’anno 2016 al prof. Giosuè Berbenni per la donazione libraria di importanti volumi sulla storia dell’arte organaria a Bergamo e provincia, di cui egli è stimato autore.

La cerimonia di consegna si svolgerà venerdì 16 dicembre 2016, alle ore 18:00 al Teatro Sociale di Città Alta, via Colleoni, 4.

 

 

Nuovo libro sui Pantanella e l'arte organaria a Roma

 

 

PIETRO PANTANELLA E L’ARTE ORGANARIA A ROMA NEL XIX SECOLO a cura di Andrea Panfili

La presente monografia consiste nella pubblicazione integrale della tesi redatta da Andrea Panfili e discussa nel giugno 2015 a conclusione del dottorato in Italianistica indirizzo Storia, scienze e tecniche della musica frequentato presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. Il progetto di ricerca verteva in origine sulla figura e l’attività dell’organaro Pietro Pantanella (Arpino, 1821 – Roma, 1901), artefice di oltre 70 organi costruiti a Roma e nel Lazio tra il 1855 e il 1895.

Leggi tutto...
 

Pagina 1 di 11

<< Inizio < Prec 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ > Fine >>

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.

 

L'associazione Giuseppe Serassi

L’Associazione culturale Giuseppe Serassi è nata nel 2002 con lo scopo di valorizzare gli antichi organi a canne e la musica antica in genere. E’ nata così la rassegna musicale “Musica intorno al fiume”. Oltre alla rassegna l’Associazione Serassi vanta una ricca produzione culturale di pubblicazioni (articoli, saggi, libri, riviste specialistiche) sugli organi storici o di carattere musicologico nonché incisioni discografiche di organi restaurati.
Inoltre negli anni ha fatto conoscere il patrimonio organario locale attraverso visite guidate agli strumenti antichi, lezioni – concerto, relazioni ai convegni e mostre fotografiche.