http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_fs_2021gk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_DBOIgk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_AOPgk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_5x1000gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_AOI_XIIIgk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.cofanetto_serassigk-is-88.jpglink
«
»

Il restauro degli organi a canne alla luce della normativa vigente

Giovedì 2 giugno si terrà, nella "Sala dell'Antico Portico" presso il Palazzo Ducale di Guastalla (RE), il convegno "Il restauro degli organi a canne alla luce della normativa vigente", Proposte e modalità operative per una corretta applicazione della legge.
Organizzato dall'Associazione Serassi e dall'Associazione Italiana Organari, durante il Convegno si alterneranno varie figure di fama nazionale.
Nel pomeriggio, presso la sede guastallese dell'Associazione Serassi (Via Verdi n. 13), saranno invece presentate alcune novità editoriali tra cui: "Arte Organaria Italiana XVI", l’opera organistica di Marco Enrico Bossi a cura di Andrea Macinanti, "Correr l’alea: l’improvvisazione organistica nella pratica musicale del Duomo di Milano tra il 1688 e il 1924" a cura di Olga Laudonia e Claudio Cardani e "… con molta probabilità dovrò frequentare il suddetto Istituto …" a cura di Matteo Malagoli.

Vedi il programma della giornata

 

L'opera organistica di Marco Enrico Bossi

di Andrea Macinanti

L’opera di Marco Enrico Bossi (1861-1925) si colloca certamente fra le vette più alte della creatività organistica espressa tra Otto e Novecento: con essa, Egli seppe elevare il repertorio italiano alla quota cui lo avevano portato i grandi Maestri europei del suo tempo, riscattandolo da ormai esausti stilemi operistici. Per lungo tempo, tuttavia, Bossi è stato solo parzialmente frequentato dagli organisti, specie quelli italiani: d’altra parte, fatto salvo il referenziale lavoro di Federico Mompellio del 1952 e talune tesi di laurea dedicate ad alcuni aspetti della sua opera, sono mancati solidi studi dedicati a questo gigante della vita musicale italiana, ai suoi tempi riconosciuto e onorato in tutta Europa e negli Stati Uniti. La prima parte del presente lavoro offre un’analitica presentazione di tutta la creatività organistica di Bossi (ad eccezione del repertorio per coro e organo), offrendo di tutte le opere una scheda corredata dalla descrizione delle fonti, dell’incipit tematico, di un’analisi talvolta approfondita da due celebri compositori, Paolo Geminiani e Luca Salvadori, il regesto delle notizie di cronaca e delle recensioni attinenti alla loro esecuzione da parte di Bossi, il riferimento all’edizione critica edita da Carrara e alla registrazione effettuata da Andrea Macinanti per Tactus su strumenti storici. La seconda parte è dedicata all’approfondimento degli aspetti interpretativi: diteggiatura, pedaleggiatura, tempo, articolazione… Corredano l’elegante volume numerose foto inedite con particolare attenzione a quelle in cui Bossi siede allo strumento e le schede descrittive di taluni strumenti da Lui progettati o suonati.

Leggi tutto...

 

Andrea De Giorgi (1836-1900) - Originali Composizioni Musicali per Organo

di Giosuè Berbenni

La pubblicazione Libro terzo. Originali composizioni per organo riproduce il manoscritto di Andrea De Giorgi (1836-1900) attivo a Gandino (Bergamo) dal 1859 al 1899 come maestro organista, pianista, didatta, compositore e concertatore della nota Banda musicale. La raccolta, ad uso proprio e senza datazione, ha 12 brani di stile popolare e operistico, per le cui qualità abbiamo pensato di farlo conoscere nel vasto mondo organistico italiano. Gandino, dalle antiche tradizioni manifatturiere tessili, è un comune di 5191 abitanti distante circa 24 chilometri a nord-est dal capoluogo orobico. È di riferimento per la storia della musica bergamasca. La sua basilica ha due grandiosi organi contrapposti in magnifiche casse barocche. Illustri musicisti onorarono il suo nome, tra cui: Quirino Gasparini (1721-1778), maestro di Cappella di Torino dal 1760 al 1778, dove un suo Adoramus te per lungo tempo fu attribuito al divino Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791); il celebre Padre Davide da Bergamo (1791-1863), organista dal 1815 al 1818 che, dopo la repentina la morte della fidanzata, si fece frate a Piacenza. Nella seconda metà Ottocento, De Giorgi è stato l’animatore della vita musicale dell’illustre paese. Danno un’idea del valore del maestro alcuni significativi aneddoti: • ha suonato più volte a quattro mani con il sommo Giuseppe Verdi (1813-1901); • intratteneva rapporti cordiali con noti operisti del tempo, quali Amilcare Ponchielli (1834-1886), Alessandro Ninì (1805-1880) e celebri organisti quali Vincenzo Antonio Petrali (1830-1889); • ha avuto un pubblico riconoscimento da Papa Pio IX (1846-1878). A distanza di 122 dalla sua morte, si è pensato di dare visibilità al maestro con l’edizione critica del manoscritto, la cui trascrizione è stata realizzata con la collaborazione di Manuel Canale.

Leggi tutto...

 

 

 GIOVEDI' 2 GIUGNO, ore 10.00

Guastalla (RE)
Palazzo Ducale, Sala dell'Antico Portico
Via Gonzaga, 16
Convegno
«Il restauro degli organi a canne alla luce della normativa vigente»

Proposte e modalità operative per una corretta applicazione della legge

 

 DOMENICA 19 GIUGNO, ore 18.00

Gonzaga (MN)
Chiesa parrocchiale San Benedetto Abate
Via Canossa 14
In collaborazione con il Comune di Gonzaga
Concerto per organo
Alberto Pozzaglio, organo
Musiche di Bach, Mozart, Bossi

 

 VENERDI' 24 GIUGNO, ore 21.00

Marcaria (MN)
Chiesa di S. Giovanni Battista
via Crispi
In collaborazione con il Comune di Marcaria
«In Armonia di Spirito»
Melodie celebrative per soprano e arpa

Paola Matarrese, soprano
Alice Caradente, arpa
Liriche di Monteverdi, Frescobaldi, Vivaldi, Giordani, Mozart, Rossini

 

 

Per rimanere aggiornato sulle iniziative dell'Associazione, iscriviti alla newsletter inviando una e-mail a info@serassi.it
oppure consultando la nostra pagina Facebook
o Instagram
Per altri contatti clicca QUI!

 

Ultime pubblicazioni

Arte Organaria Italiana XIV-2022
Il violoncello in Chiesa. Un protagonista della musica sacra a Napoli
LXXIII. La riforma dell'organo classico. Tra contesto generale e dinamiche territoriali
LXXIV. Antichi Organi della Provincia di Parma

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.
Edizione Dicembre 2021

 

L'associazione Giuseppe Serassi

L’Associazione culturale Giuseppe Serassi è nata nel 2002 con lo scopo di valorizzare gli antichi organi a canne e la musica antica in genere. E’ nata così la rassegna musicale “Musica intorno al fiume”. Oltre alla rassegna l’Associazione Serassi vanta una ricca produzione culturale di pubblicazioni (articoli, saggi, libri, riviste specialistiche) sugli organi storici o di carattere musicologico nonché incisioni discografiche di organi restaurati.
Inoltre negli anni ha fatto conoscere il patrimonio organario locale attraverso visite guidate agli strumenti antichi, lezioni – concerto, relazioni ai convegni e mostre fotografiche.