http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_fs_2022gk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_DBOIgk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_AOPgk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_5x1000gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_AOI_XIVgk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.cofanetto_serassigk-is-88.jpglink
«
»

2022 - XX edizione

L’Associazione culturale “Giuseppe Serassi” di Guastalla è nata 20 anni fa con lo scopo di valorizzare gli antichi organi a canne e la musica antica. Per diffondere a tutti la conoscenza di questo patrimonio culturale, venne ideata la rassegna musicale “Musica intorno al fiume”, progettata come un circuito intellettuale che gravitava “intorno” al nostro Grande Fiume, il Po, che di fatto, più che dividere regioni e provincie, le unisce in un unico “bacino di valori” improntati a condividere la cultura musicale. Lo scopo era quello di porre all’attenzione delle comunità locali i luoghi storici dei nostri territori, in particolare gli edifici sacri, e proporre la valorizzazione degli antichi organi a canne, il loro eventuale restauro filologico e, laddove non erano presenti, portare e promuovere in ogni caso la musica antica, organizzando concerti ed eventi. L’attività complessiva dell’Associazione è strutturata su due settori: promozione musicale, attività di ricerca e studio.

Promozione musicale

Quest’anno la rassegna è giunta alla XXª edizione. Basterà leggere il programma per accorgerci che il numero degli eventi è aumentato in numero, sfiorando la densità pre-COVID, ma soprattutto è la qualità dei concerti e la loro esclusiva variabilità che, come ormai sanno i nostri estimatori, garantisce sempre un felice e accorto approccio alla musica e alla cultura musicale. Vorrei, però, soffermarmi sulle altre attività dell’Associazione, che la rendono qualcosa di unico nel non vasto panorama culturale musicale, e cioè sulla ricca produzione culturale che indaga e promuove, a 360°, gli organi storici: articoli, saggi, libri, riviste specialistiche sugli organi storici di tutt’Italia, sugli organari italiani, vanto delle nostre terre, ma anche pubblicazioni di carattere musicologico ed incisioni discografiche di organi restituiti alla loro funzione mediante il restauro. A questo si affianca l’attività didattica e di promozione culturale facendo conoscere il patrimonio organario locale attraverso visite guidate agli strumenti antichi, lezioni-concerto, relazioni a convegni specialistici, mostre fotografiche. Il tutto è visibile e consultabile al sito www.serassi.it Le attività dell’Associazione Serassi sono realizzate grazie ai contributi dei Comuni locali, aziende private, associazioni, enti, ordini e della Regione Emilia-Romagna. Elemento trainante dell’Associazione è il Consiglio Direttivo. Attualmente, dal 2022, è stato formato un nuovo Consiglio Direttivo, composto, oltre che dai Soci Fondatori e dai soci “storici”, da numerosi ed illustri esperti nel settore della cultura musicale, della musica e dell’arte organistica (intesa in senso ampio), personalità di vero spicco in ambito nazionale e internazionale.

Attività di ricerca e studio

L’attività è principalmente quella di ricerca presso gli archivi, pubblici e privati, per individuare i documenti relativi alla “vita” di un organo, senza dimenticare quella che si svolge direttamente all’esame particolareggiato degli antichi strumenti musicali a tastiera, per verificarne lo stato tecnico (caratteristiche organologiche) e individuarne gli eventuali necessari interventi di restauro. Il tutto operato mediante personale dalla preparazione specialistica e competente. Tutti gli studi d’archivio e sugli strumenti, i pareri degli organari e i loro rilievi, gli apparati fotografici convergono in pubblicazioni mirate, curate dall’Associazione, mantenendo l’alto carattere scientifico dei testi. Questi studi, dopo un’attenta valutazione, entrano a far parte dei volumi della Collana d’arte Organaria, nata nel 2012 e giunta oggi al 75° volume. I volumi, curati da valenti studiosi, spesso monografici, contengono articoli specialistici di esperti dell’organo (organologi), di organari e restauratori, di studiosi di varie discipline (artistiche, musicologiche, letterarie..). In molti casi i libri hanno la collaborazione di Enti come le Diocesi, gli Enti di Tutela, i Comuni, le stesse Parrocchie, proprietarie degli strumenti storici. Nel frattempo la Rivista di Arte Organaria Italiana, nata nel 2009, tra le pochissime riviste specialistiche del settore, è giunta felicemente alla 14ª uscita: in essa trovano la loro migliore collocazione gli studi accurati di specialisti, organari, organologi di tutta la penisola. La nostra Rivista trova la propria diffusione in tutt’Italia, presso gli Enti di Tutela, i Conservatori di Musica, le Biblioteche, le Facoltà di Musicologia delle Università italiane ma anche nelle Biblioteche estere e presso diverse Università europee. La Rivista sta ricevendo, ormai dalla sua nascita, più che lusinghieri consensi dagli addetti del settore ma soprattutto presso gli appassionati dell’organo antico.

Sedi dell’Associazione

All’ormai storica sede, posta in Via Cecoslovacchia, a Boretto, nei locali adiacenti la Chiesa di san Rocco, dov’è conservata la ricca biblioteca di partiture, libri musicali, dischi in vinile e CD, si è aggiunta, nel 2021, una magnifica sede “di rappresentanza” nel centro di Guastalla, nei locali adiacenti all’antica e straordinaria Chiesa ottagonale detta “della Concezione”, anch’essa affidata alla custodia dell’Associazione, divenuta luogo privilegiato per momenti ed eventi culturali. Il nostro ringraziamento va alla Parrocchia del duomo di Guastalla e della diocesi di Reggio Emilia-Guastalla per la grande sensibilità mostrata.

Sono stati 20 anni di grande impegno, soprattutto nei recenti momenti degli anni della pandemia Covid 19; sono stati anni nei quali il Direttivo ed i Soci dell’Associazione hanno creduto profondamente nel progetto primigenio e i risultati sono stati per questo soddisfacenti. C’è ancora tanto da fare, pertanto non ci rimane che proseguire sulla strada tracciata, naturalmente affiancati dal necessario consenso e dalla stima dei nostri amici e simpatizzanti.


Consiglio direttivo dell’Associazione culturale “Giuseppe Serassi”

SCARICA IL PROGRAMMA

 

 DOMENICA 4 DICEMBRE, ore 16.30

Brugneto di Reggiolo (RE)
Santuario della Madonna dello Spino
via Guastalla
Concerto per tromba ed organo
Franco Capiluppi, tromba
Alessandro Meneghello, organo
Musiche di Clarke, Haendel, Pasquini, Purcell

 

 DOMENICA 11 DICEMBRE, ore 16.00

Torre Dè Picenardi (CR)
Chiesa di S. Lorenzo Martire
via Martini
Concerto di Natale
Coro Adorno
Luigi Pagliarini, direttore

 

 DOMENICA 18 DICEMBRE, ore 16.30

Guastalla (RE)
Duomo
piazza Mazzini
In collaborazione con il Comune di Guastalla
Concerto di Natale
Ilaria Menardi, clarinetto
Stefania Giacomuzzi, fagotto
Lorenzo Marzona, organo

 

 DOMENICA 18 DICEMBRE, ore 18.00

Mezzano Superiore (PR)
Chiesa di S. Michele A.
via Matteotti
Rassegna "Antichi organi della provincia di Parma"
In collaborazione con il Comune di Sorbolo Mezzani

Concerto di Natale
Coro Livia d’Arco di Mantova
Antonella Antonioli, Maestro del coro
Orchestra “Niji-Oficina Machiavelli”
Michelangelo Rossi, Direttore

 

 

Per rimanere aggiornato sulle iniziative dell'Associazione, iscriviti alla newsletter inviando una e-mail a info@serassi.it
oppure consultando la nostra pagina Facebook
o Instagram
Per altri contatti clicca QUI!

 

Ultime pubblicazioni

LXXVII. L’organo Carlo Prati 1679 del Santuario della Madonna della Neve in Vercana
LXXV. L'organo dalle origini ellenistiche alla fine del XIII secolo - Studio storico e archeologico
Correr l’alea: l’improvvisazione organistica nella pratica musicale del Duomo di Milano tra il 1688 e il 1924
Arte Organaria Italiana XIV-2022

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, per i soci, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il PDF.
Edizione Luglio 2022