http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_festival_serassi_2019gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.cofanetto_serassigk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_5x1000gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_AOI_XI_v2gk-is-88.pnglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_cantantibus_organigk-is-88.jpglink
«
»

LXVI. L'organo Angelo Amati 1856 della chiesa di S. Lorenzo Martire

a cura di
Claudio Bertolini

 

 

 

 

 

Il libro "L'organo Angelo Amati 1856 della chiesa di S. Lorenzo Martire in Manerbio" è composto da varie sezioni. La ricostruzione della storia degli organi della chiesa plebana, poi arcipretale, di Manerbio è svolta con il supporto di un corposo apparato documentario. Soprattutto il fondo archivistico della parrocchia dei secoli XIX e XX ha permesso di delineare le vicende dell’organo costruito dal «professore» Angelo Amati di Pavia tra il 1855 e il 1856, strumento di concezione davvero particolare per quell’epoca, con un impianto di 12 piedi (dell’ordine di 24) e con tastiera e pedaliera dal Fa, quasi certamente ultima realizzazione di questa natura nella storia organaria italiana. Lo strumento ha subito una riforma pesante ma non distruttiva intorno al 1941. Dopo vent’anni di inattività l’organo è stato, nel 2017, riportato al suono ad opera dell’organaro Daniele Giani, che documenta, nella sezione del libro da lui curata, il laborioso e ottimamente riuscito processo di restauro - ricostruzione. Altri contributi e una ricca documentazione fotografica completano l’opera.

 

The book is divided in different sections and the history of the organs of the parish church of Manerbio is conducted with the support of many original documents. The organ was built Angelo Amati from Pavia between 1855 and 1856, based on a peculiar disposition with compass starting from the F note of 12’ (on the order of 24’), probably the last one built in Italy in that way. The instrument was severely altered in 1941, but the recent restoration in 2017 by Daniele Giani has reinstated the original disposition and it is well documented in the relevant section of the book, which includes a rich gallery of photographs as well.

Collana d’arte organaria - LXVI, 2019
16.5x23.5 cm pp. 316.

ISBN 9788898958566
Euro 25,00

Ultime pubblicazioni

LVXI. L'organo Angelo Amati 1856 della chiesa di S. Lorenzo Martire
La diocesi di Concordia-Pordenone
La santità dell'organista
LXV. Cantantibus Organis. Mons. Luigi Salamina e l'Arte Organaria

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.