http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.02_bossigk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_festival_serassi_2018gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.cofanetto_serassigk-is-88.jpglink
«
»

LVI. Rarità organarie del settecento - L'organo G. B. Pedessi di Binzago

a cura di
Ugo Ravasio
testi di
M. Isabella, G. Galli
M. Pian, U. Ravasio

(CD allegato con disegni, rilievi, ecc.)

 

 

Il libro descrive il restauro dell’organo della Parrocchiale di Santa Maria Annunziata di Binzago.
Costruito a partire dal 1731 da don Giovanni Battista Pedessi di Brescia, pare sia l’unico organo conosciuto di questo autore.
L’attribuzione è confermata dalla fi rma su una canna facente parte di un consistente gruppo di canne di identica fattura che si conferma il nucleo originale dell’organo. Ad ulteriore riprova ci sono alcuni documenti d’archivio della parrocchia che riportano a questa attribuzione. Il Pedessi è organaro di un certo carattere anche se assolutamente sconosciuto, pertanto il restauro e mantenimento dell’organo assume anche un valore culturale e storico di un certo spessore. La documentazione rintracciata, per quanto scarsa, permette la ricostruzione storica a partire dalle curiose vicende relative alla costruzione del precedente organo.
Lo studio delle caratteristiche delle canne, contenuto nel libro, non affronta solo gli aspetti tecnici e una ricostruzione e analisi delle segnature adottate dall’organaro, ma esamina elementi di confronto al fine di cercare di collocare il Pedessi all’interno
di una scuola organaria, sia quella bresciana sia valutando altre possibilità.

This publication reports on the restoration of the organ in the parish of Santa Maria Annunziata di Binzago. It had been built in 1731 by the priest don Giovanni Battista Pedessi from Brescia and it seems to be the only known one by this builder.
The paternity is confi rmed by the signature on a pipe and by some documents from the parish archive. Pedessi was a high level builder, therefore this restoration is highly important. The origjnal documents, even if scarce in number, allow to trace down even the peculiar history of the previous organ.
The detailed analysis of the pipework allows not only to detail all technical aspects, but also to link Pedessi to an organ building school, either from Brescia or even considering a different origin.

Collana d’arte organaria - LVI, 2018
cm 17x24 - pp. 1- 96
ISBN 9788898958368
Euro 25,00

Ultime pubblicazioni

LXIII. Francesco Tessicini e l'organo della Madonna dei Monti in Roma, ora nella Pieve di San Giorgio a Domegge di Cadore
LXI. Due sorprendenti racconti di arte organaria a Firenze
LIX. L'organo Luigi Amati (1806) di San Michele Arcangelo, Belgioioso (Pavia)
LVIII. Adeodato Bossi-Urbani maestro organaro in San Pedretto

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.