http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.02_bossigk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_festival_serassi_2018gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.cofanetto_serassigk-is-88.jpglink
«
»

LVIII. Adeodato Bossi-Urbani maestro organaro in San Pedretto

testi di
Giosué Berbenni
Daniele Maria Giani

(CD allegato registrato all’organo dal M.° Paolo Bottini)

 

 

 

I Bossi hanno sempre suscitato negli storici e musicisti molta curiosità, fonda mentalmente per quattro ragioni: l’origine molto remota; l’elevata considerazione verso i loro strumenti; l’attività territorialmente estesa e continua; la ragguardevole quantità di strumenti collocati. Nella dinastia emerge la fi gura di Adeodato (1806-1891) frequente mente sotto la ragione sociale Fratelli Bossi-Urbani per il gusto sonoro, la nobiltà di suono, l’efficienza della macchina musicale, la solidità delle componenti, l’efficienza dei complessi meccanismi e la cura dei partico lari. L’organo delsantua rio mariano dell’Addolorata di San Pedretto in Castelvetro Piacentino (Piacenza), collocato nel 1872, è espressione di queste caratteristiche. Il libro è suddiviso in due parti: la descrizione storica della dinastia di Giosuè Berbenni e la relazione da parte del restauratore Daniele Maria Giani. L’allegato CD di Paolo Bottini dà modo di ascoltare le importanti sonorità dello strumento.

The Bossi’s have always drawn the attention of historians and musicians, mainly because of four reasons: their very ancient origin, the great consideration given to their instruments, a widespread activity over different territory, the conspicuous number of their organs. Among this dynasty, the personality of Adeodato (1806-1891), who often used to work under the trade name of Fratelli Bossi-Urbani, is the most famous one, due to his great taste on the sound, the efficiency of the mechanics, the solidity of the components, the attention to details. The organ of the sanctuary of San Pedretto in Castelvetro Piacentino (PC), built in 1872, is a pure expression of these characteristics. The publication is divided in two parts: the biography of the dynasty by Giosuè Berbenni and the report on the restoration by Daniele Maria Giani. The attached CD by Paolo Bottini permits to listen to the fine sounds of the instrument.

Collana d’arte organaria - LVIII, 2018
cm 17x24 - pp. 1-108
ISBN 9788898958818
Euro 25,00

Ultime pubblicazioni

LXIII. Francesco Tessicini e l'organo della Madonna dei Monti in Roma, ora nella Pieve di San Giorgio a Domegge di Cadore
LXI. Due sorprendenti racconti di arte organaria a Firenze
LIX. L'organo Luigi Amati (1806) di San Michele Arcangelo, Belgioioso (Pavia)
LVIII. Adeodato Bossi-Urbani maestro organaro in San Pedretto

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.