http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.02_bossigk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_festival_serassi_2018gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.cofanetto_serassigk-is-88.jpglink
«
»

Gli organisti municipali del secolo XIX in servizio presso le principali chiese di Torre Annunziata

 

Gli organisti municipali del secolo XIX in servizio presso le principali chiese di Torre Annunziata

Svolgere l’incarico di organista liturgico durante il secolo XIX alle dipendenze del Municipio di Torre Annunziata, sembrava una meta ambiziosa, anche se si configurava come un lavoro svolto senza precise regole e tabelle delle funzioni, causa scatenante di continue dimissioni, conflitti d’interesse con i colleghi (laici ed ecclesiastici) e ricorsi verso intrusi ed abusivi nelle chiese, generalmente profani all’arte musicale, propensi a ledere la “piazza” tramite abili sotterfugi e compromessi con persone influenti. Forse solo pochi organisti, anche se sottopagati, svolsero coerentemente il loro ministero, guidati da immensa fede e motivazione personale, suonando lassù in cantoria soli, ma in compagnia dell’indispensabile e paziente tiramantici, contribuendo nel contesto al miglior decoro delle Sante Funzioni, supportando alla preghiera le assemblee di fedeli tramite il suono dell’organo, sublimando i loro animi verso gli eterni gaudi del paradiso.

 

The municipal organists of 19th century working in the main churches of Torre Annunziata
To be a church organist during 19th century, employed by the municipality of Torre Annunziata seemed to be an ambitious achievement, thus it would have been a job without clear rules and lists of services. This was the main reason for continuous resignations, conflicts of interest among colleagues (both secular or from the clergy) and petitions against unprofessional competitors, generally not musically prepared, but willing to damage the context through unfair contacts with influential people.  Perhaps, only a few organists, even if underpaid, duly performed their duties, by following their personal motivation and faith. They played unnoticed in the choirs, but they gave a great contribution to the services and to the prayers of the assembly.

 

 

 

 SABATO 22 SETTEMBRE, ore 21,00
 Chiesa parrocchiale di Luzzara (RE)
Inaugurazione organo Poncini-Montesanti
Primo Iotti, organo
Sacris Concetuum Cantores, corale

 SABATO 29 SETTEMBRE, ore 10,00
 Chiesa di S. Luca di Cremona
Presentazione del libro: La casa organaria Rotelli Varesi di Cremona i
a cura di Antonio Disingrini
Musica a cura di Fausto Caporali

DOMENICA 23 SETTEMBRE, ore 18,00
Claudio Brizi, organo
Concerto nach italienischem Gusto
Musiche di Händel, Stanley, Krebs

DOMENICA 30 SETTEMBRE, ore 18,00
Elena Bertuzzi, soprano
Umberto Forni, organo
Acclamazioni divote
Musiche di J.S.Bach, Scarlatti, Albergati, Martini

 

 

 

Ultime pubblicazioni

LXIII. Francesco Tessicini e l'organo della Madonna dei Monti in Roma, ora nella Pieve di San Giorgio a Domegge di Cadore
LXI. Due sorprendenti racconti di arte organaria a Firenze
LIX. L'organo Luigi Amati (1806) di San Michele Arcangelo, Belgioioso (Pavia)
LVIII. Adeodato Bossi-Urbani maestro organaro in San Pedretto

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.

 

L'associazione Giuseppe Serassi

L’Associazione culturale Giuseppe Serassi è nata nel 2002 con lo scopo di valorizzare gli antichi organi a canne e la musica antica in genere. E’ nata così la rassegna musicale “Musica intorno al fiume”. Oltre alla rassegna l’Associazione Serassi vanta una ricca produzione culturale di pubblicazioni (articoli, saggi, libri, riviste specialistiche) sugli organi storici o di carattere musicologico nonché incisioni discografiche di organi restaurati.
Inoltre negli anni ha fatto conoscere il patrimonio organario locale attraverso visite guidate agli strumenti antichi, lezioni – concerto, relazioni ai convegni e mostre fotografiche.