http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.01gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.02gk-is-88.jpglink
http://www.serassi.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/serassi banner1trisgk-is-88.jpglink
«
»

A CANTIERE APERTO

Il Magazzeno Storico Verbanese in collaborazione con L’associazione Giuseppe Serassi di Guastalla invita alla presentazione dei lavori
“A CANTIERE APERTO” dell’organo ANTEGNATI / BRUNELLI / BIROLDI della chiesa di San Vittore Martire in Isola Bella (VB) Sabato 22 giugno 2013
Il programma prevede il ritrovo alle 10 sull'Isola all'ingresso della Chiesa di San Vittore, poi visita al palazzo e giardini Borromei, alle 12.15 si potrà pranzare insieme e alle 14 si terrà la presentazione dello strumento. L'evento termina alle 16.

Leggi tutto...
 

Musica intorno al fiume 2013

Noi dell’Associazione “Giuseppe Serassi” crediamo fermamente che la cultura ed il sapere, in particolare quello musicale, siano doni capaci di dare dignità all’uomo, al suo pensiero ed alle sue idee.
Per questo motivo, nonostante le forti difficoltà finanziarie, senza alcun indugio intendiamo continuare l’opera di valorizzazione del patrimonio organario locale e nazionale attraverso concerti, conferenze, pubblicazioni e registrazioni musicali di qualità (CD).

Leggi tutto...
 

Memorie di un organaro pavese

a cura di Maurizio Ricci

Luigi Lingiardi fu certamente la personalità più interessante della celebre famiglia di organari pavesi allievi degli Amati. Come emerge dal suo celebre diario dedicate ai figli e redatte tra maggio e dicembre del 1878. Dopo aver compiuto gli studi primari, all'età di tredici anni decise di proseguirli a suo modo frequentando come uditore le lezioni di fisica - materia che gli era più congeniale - all'università, mentre a casa ricevette insieme con il fratello un regolare insegnamento musicale impartito dal pavese Felice Moretti. Tale formazione - improntata al gusto per il melodramma allora imperante - gli consentì in seguito di esibirsi con successo non solo come organista, ma anche come pianista e accompagnatore e di cimentarsi inoltre nella composizione. Con decreto del 9 marzo 1867 il re gli conferì la croce di cavaliere dell'Ordine dei Ss. Maurizio e Lazzaro. Il volume, stampato per la prima volta 30 anni fa è esaurito da tempo. Con l’occasione del bicentenario dalla costruzione del loro primo strumento a Redavalle (PV) si è ritenuto opportuno dare nuova visibilità a questo interessante diario.

 

Presentazione Donato del Piano e Arte Organaria Italiana

Il prossimo 4 maggio, alle ore 14.30, presso l'aula magna della Domus Alexandrina (Via Sant’Alessandro 35) a fianco della Basilica S. Alessandro in Colonna presso Bergamo l’Associazione presenterà il V numero della rivista ‘Arte Organaria Italiana’ e il libro Donato Del Piano e l’organo dei benedettini di Catania, a cura di Luciano Buono e Giovanni di Stefano.
Al termine della presentazione ci si porterà in Basilica e si potrà assistere all’esecuzione di alcuni brani organistici a cura dell’organista titolare Fabio Nava ed in seguito sarà possibile visitare il monumentale organo Serassi (1781) a tre tastiere e le famose meccaniche sotterrane.

Per ricevere la rivista è sufficiente fare un versamento di 40 euro cad., per il libro dedicato a Donato del Piano 50 euro cad. sul conto c/c n. 35598, ABI 7058, CAB 66350, CIN U, Banca Reggiana, IBAN IT39 U070 5866 3500 0000 0035 598. L’indirizzo di spedizione può essere comunicato a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

Donato Del Piano e l’organo dei benedettini di Catania

Tra il 1767 e i primi decenni del secolo successivo, il monumentale organo costruito dal napoletano Donato Del Piano per la chiesa del convento benedettino di San Nicolò l’Arena di Catania, con le sue tre consolles che consentono a tre organisti di suonare contemporaneamente, fu uno strumento unico nel suo genere in Italia e nel mondo. In breve tempo, questo organo «meraviglioso» divenne una delle principali attrazioni turistiche della città di Catania e attirò presso il grande convento benedettino viaggiatori, letterati, musicisti e semplici curiosi che ebbero la ventura di ascoltare il suono di questo mirabile strumento musicale.
Questo libro, grazie all’apporto di storici, organologi, storici della musica, storici dell’arte, restauratori, esecutori e attraverso la disanima di documenti e di materiali inediti, ripercorre le vicende umane e professionali di Donato Del Piano, uno dei più grandi organari del Settecento, analizza le caratteristiche tecnologiche dei suoi strumenti e descrive l’impegnativo lavoro di restauro che nel 2004 ha consentito il ripristino funzionale del grandioso organo di San Nicolò l’Arena.
Il volume, a cura di Luciano Buono e Giovanni Paolo Di Stefano, è il XII numero della Collana d’arte Organaria edito dall’Associazione Giuseppe Serassi di Guastalla (RE): di 320 pagine, è corredato da un apparato fotografico di oltre 200 immagini a colori.

 

 

Pagina 5 di 11

<< Inizio < Prec 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ > Fine >>

Catalogo dei volumi editi

Disponibile il catalogo di tutti i volumi pubblicati dall'Associazione Serassi, in lingua italiana e inglese. Cliccate sull'immagine per scaricare il pdf.

 

L'associazione Giuseppe Serassi

L’Associazione culturale Giuseppe Serassi è nata nel 2002 con lo scopo di valorizzare gli antichi organi a canne e la musica antica in genere. E’ nata così la rassegna musicale “Musica intorno al fiume”. Oltre alla rassegna l’Associazione Serassi vanta una ricca produzione culturale di pubblicazioni (articoli, saggi, libri, riviste specialistiche) sugli organi storici o di carattere musicologico nonché incisioni discografiche di organi restaurati.
Inoltre negli anni ha fatto conoscere il patrimonio organario locale attraverso visite guidate agli strumenti antichi, lezioni – concerto, relazioni ai convegni e mostre fotografiche.